Falafel

Finiti gli esami, sono finalmente riuscita a rifare i falafel, delle polpettine di ceci di origine araba. Cercavo il modo di renderle compatte senza utilizzare la farina e finalmente ho scoperto il “trucco” che fa davvero una notevole differenza!

falafel

Ingredienti
Ceci 250 g
Prezzemolo, un mazzetto
Aglio, uno spicchio
Sale e pepe qb

Procedimento
Vi svelo subito il prezioso segreto: i ceci, quando impastate le polpette, devono essere crudi (quindi non utilizzate quelli precotti). Prendete i ceci secchi e lasciateli a bagno nell’acqua fredda per una notte. Scolateli e asciugateli bene, metteteli nel mixer aggiungendo il prezzemolo e l’aglio. Tritare il tutto fino ad ottenere un composto fine ed omogeneo. Aggiungete sale e pepe e formatene tante palline, mentre scaldate  un po’ di olio in una padella antiaderente e poi fatele cuocere per un quarto d’ora girandole una o due volte. Finito, sono pronte da servire, calde e accompagnate, se volete, da hummus di ceci.

Annunci

Cheesecake del compleanno

Una torta fresca che piace sempre a tutti.
Il mio cheesecake è fatto con la ricotta e la panna, morbido e fresco è sempre ottimo!

Cheesecacke

Ingredienti:
torta
350 gr di ricotta
250 gr di panna
150 gr di zucchero
4 fogli di colla i pesce
250 gr di biscotti Digestive
100 gr di burro
cremina
una decina di fragole
marmellata di ciliegie q.b.
3 fogli di colla di pesce

Procedimento:
Sciogliere il burro a fiamma bassa avendo cura di non farlo friggere.
A parte frullare i Digestive, accorpare il burro fuso ai biscotti tritati e mescolare bene il tutto.
Foderare con un disco di carta forno una teglia apribile e pressare il composto precedentemente ottenuto  in modo da ricoprire l’intera base della teglia con uno spessore di circa 1 cm. Far riposare 5 minuti in frigorifero.
Sbattere la ricotta con lo zucchero ed unirla alla panna precedentemente montata facendo attenzione a non smontarla. Ammollare i quattro fogli di colla di pesce in acqua fredda, strizzarli, scioglierli in un dito di acqua calda e unirlo alla crema.
Togliere dal frigorifero la teglia e disporre sopra la base di biscotto la crema ottenuta.
Riporre nuovamente in frigo.
Frullare le fragole con due cucchiai di marmellata di ciliegie. Ottenuto lo sciroppo occorrerà riscaldarlo per permettere lo scioglimento dei tre fogli di colla di pesce che si andranno ad aggiungere. Far raffreddare il tutto in modo da ottenere una consistenza gelatinosa e spalmabile da disporre sulla cheesecake.
Fare riposare in frigorifero per almeno 4 ore.

Cheesecake 1

Calzone pugliese

Questa ricetta per me è il massimo. Null’altro da aggiungere.

calzone pugliese

Ingredienti:
per la sfoglia
1 kg di farina
1 cucchiaio raso di sale
mezzo bicchiere di evo
acqua tiepida q.b.
per il ripieno
2 acciughe
1 kg di cipolle
1 pugno di olive snocciolate (meglio nere)
evo q.b.

Procedimento:
Impastare la farina con un po’ di sale, mezzo bicchiere d’olio e acqua tiepida.
Con il matterello stendere due sfoglie non troppo sottili.
Pulire e spezzettare le cipolle, farle soffriggere, aggiungere al soffritto le acciughe prive delle lische e le olive snocciolate.
Ungere una teglia e foderarla con una sfoglia, disporvi il soffritto all’interno e ricoprire il tutto con la seconda sfoglia. Saldare con le dita le estremità. Bucherellare con l’aiuto di una forchetta la parte superiore del calzone ed ungere tutta la superficie con il restante olio.
Infornare alla temperatura di 250°C e lasciar cuocere per 30 min circa.

Consiglio, se piace, di aggiungere al ripieno l’uva passa!

Calzone pugliese

Dolce di marzapane per Pasqua!

Come da tradizione, ogni anno io e mia madre prepariamo questo agnello di pasta di mandorle per il pranzo di Pasqua e, come ogni anno, anche stavolta è già finito!

Immagine

Ingredienti
300 g di mandorle sbucciate
250 g di zucchero
cacao, un cucchiaio o due
acqua qb (mezzo bicchiere abbondante circa)
stampo

Procedimento
Tritare le mandorle nel mixer, mettetele insieme allo zucchero (eventualmente tritato anch’esso, va a gusto, noi preferiamo sentirlo più definito) in una pentola su un fuoco basso. Mescolate continuamente -aggiungendo poca acqua per volta se necessario- aspettando che lo zucchero si sciolga un po’ e crei un composto denso e “appiccicaticcio”, che possa essere modellato. E’ molto importante lavorare subito la pasta, perché una volta raffreddata diventa difficile da modellare. Mettete la parte di pasta che volete bianca a parte (io la metto direttamente nello stampo) e aggiungete il cacao al composto ancora sul fuoco, mescolando ancora finché si è amalgamato. Modellate la pasta bianca e marrone come preferite, creando strati e macchie di colore, lasciate raffreddare e togliete lo stampo. Aggiungete eventuali decorazioni e servite in tavola!

Gateau di patate

Ecco qui una bella ricetta per i pic-nic pasquali!
Facile da realizzare, difficile da non apprezzare; un’idea pratica per i pranzi all’aperto.

gp

Ingredienti per circa 6 persone:
1,5 kg circa di patate
2 uova grandi
formaggio grana o pecorino qb. (a seconda del vostro gusto)
300 gr circa di prosciutto a cubetti
1 confezione piccola di wurstel
200 gr circa di pan grattato
olio, sale e pepe qb.

Procedimento:
Lessare le patate e successivamente pelarle; schiacciarle ed unirle: alle uova, al formaggio grattuggiato, al prosciutto e ai wurstel a cubetti, al pan grattato, all’olio, al sale, al pepe ed al pan grattato.
Amalgamare bene gli ingredienti e stendere in maniera compatta ed omogenea (alta circa 2 cm) il composto in una teglia precedentemente unta.
Ricoprire il tutto con una manciata di pan grattato e poco formaggio grattuggiato facendo una leggera pressione affinchè aderiscano bene alla superficie del gateau.
Infornare, in forno statico già caldo, alla temperatura di 200 °C per 25 minuti circa; dovrà formarsi una bella crosticina croccante.
Una volta cotto lasciate raffreddare il gateau prima di tagliarlo a quadratini.

gateau di patate

Risotto con asparagi

 

E’ finalmente arrivata la primavera e con essa una verdura che adoro: gli asparagi. Per mettere d’accordo tutti per pranzo ho pensato di utilizzarli per preparare un risotto.

risotto spinaci

Ingredienti per persona:
80 g di riso
un mazzetto di asparagi
brodo qb
cipolla o scalogno qb
1 cucchiaio di evo
olio di semi qb
1 tazzina di vino bianco

Preparazione:
Taglio a pezzettini la cipolla o lo scalogno, metto una padella con dell’olio di semi su un fuoco medio basso. Quando è caldo unisco la cipolla e mescolo fino a doratura. Aggiungo poi il riso e lascio tostare per un paio di minuti mescolando continuamente. Verso poi il vino e, quando sarà stato assorbito, aggiungo un mestolo di brodo caldo e faccio assorbire. A metà cottura aggiungo gli asparagi precedentemente cotti e tagliati a pezzetti e poi continuo ad aggiungere poco brodo per volta fino a completa cottura del riso. Se il brodo non dovesse bastare va bene anche della semplice acqua, purché sia calda! 
A seconda dei gusti potete mettere anche lo stracchino (a metà cottura, insieme agli asparagi) o una sottiletta (da far sciogliere quando il riso è praticamente cotto) e/o delle scaglie di parmigiano sul piatto di portata.

Buon appetito!

Panfocaccia agli aromi

Finalmente riesco a scrivere un nuovo post, è stato un periodo bello pieno ma nonostante gli impegni oggi sono riuscita a ritagliarmi uno spazietto per inaugurare il nuovo look di Ciliegie e Melograni.
Per questa sera ho preparato il panfocaccia, dei panini/focaccine molto carini da farcire in base al gusto di ognuno e soprattutto che spariscono troppo in fretta.
Ecco a voi la ricetta.

panfocaccia

Ingredienti:
1/2 kg di farina
1 cubetto di lievito
1 cucchiaio raso di sale
1 pizzico di zucchero
4/5 cucchiai di evo
acqua qb.
aromi (salvia, rosmarino) qb.

Preparazione:
Sciolgo il lievito in un bicchiere di acqua calda.
Unisco farina, sale e zucchero e li dispongo sul tavolo formando una fontanella quindi verso vi l’olio e l’acqua con il lievito sciolto ed inizio ad impastare.
L’impasto deve essere risultare elastico e appiccicoso quindi aggiungete dell’acqua al fine di ottenere la giusta consistenza, la pasta deve incollarsi alle mani e deve essere difficile toglierla.
Lascio lievitare l’impasto in una ciotola coperta da un canovaccio umido per due ore abbondanti.
Riscaldo il forno alla massima temperatura e, lievitata la pasta, creo delle piccole focaccine ricavate da delle palline di pasta distese lievemente con il mattarello.
In ogni focaccina creo 3 fossette con l’aiuto dell’indice e cospargo d’olio la superficie superiore con l’aiuto del dorso di un cucchiaino. A questo punto su ogni focaccina spolvero i miei aromi e, con il forno a temperatura, inforno lasciando cuocere per circa 15 min, fino a doratura.
Lascio raffreddare fuori dal forno.

Panfocaccia 1